Consigli di stile

Identikit di una Winter. La stagione pura e i 3 sottogruppi

Caratteristiche Winter
20-10-2021
Sara Vasapolli
Che aspetto ha una True Winter? Cosa può aiutare a capire se si appartiene alla categoria assoluta oppure a uno dei suoi sottogruppi? Ecco tutte le caratteristiche da tenere d’occhio!

Si tratta decisamente di uno dei temi caldi del momento: tutte vogliono capire quale sia la propria stagione armocromatica di appartenenza! Se tu non sei da meno eccoci in tuo soccorso, con il primo appuntamento dedicato alle caratteristiche delle differenti categorie armocromatiche e dei rispettivi sottogruppi.

Una piccola premessa è doverosa però: il “fai da te” non è mai un metodo certo. L’unico modo davvero efficace per individuare con sicurezza la propria palette è quello di analizzare il proprio color-mix personale con un consulente professionista attraverso la prova del draping (un metodo empirico che con l’utilizzo di drappi colorati va a “stanare” in un colpo solo caratteristiche e colori amici).
Detto questo però è possibile certamente iniziare ad accostarsi alla materia e divertirsi a provare ad “indovinare” (ma con criterio) la propria stagione armocromatica!

Come? Prestando attenzione ad alcuni tratti distintivi fondamentali, facendo qualche semplice prova e confrontando i propri colori con quelli di note celeb. Ed è proprio qui che entriamo in gioco noi, con un identikit completo della stagione Inverno e dei suoi sottogruppi secondo la teoria delle quattro stagioni della Color Analysis.
Pronta? Se pensi di poter essere una Winter, notes e penna alla mano: ecco una piccola guida che ti schiarirà le idee!

Winter: caratteristiche base di stagione

Ogni stagione armocromatica presenta tre macro-caratteristiche di base, dei veri e propri fil rouge che legano gli appartenenti ad ogni categoria.
Le peculiarità fondamentali della stagione Inverno sono: avere un sottotono di incarnato freddo (Cool), avere colori piuttosto profondi e dal valore scuro o medio-scuro (Deep), avere un’immagine intensa e piuttosto brillante con un contrasto elevato nel proprio mix cromatico personale (Bright).

Il diverso modo in cui si mescolano queste tre caratteristiche in ogni individuo fanno sì che anche all’interno della stagione ci siano differenze piuttosto importanti. Da qui le distinzioni in stagione pura e sottogruppi.

True Winter

La stagione pura - detta anche “assoluta” oppure, dall’inglese, “true” – viene definita tale perché le tre caratteristiche di base dell’Inverno viste qui sopra restano molto bilanciate tra loro. Ergo nessuna peculiarità intrinseca della categoria prevarica sulle altre, divenendo dominante; nessuna eccezione.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Ecco dunque il tanto atteso identikit delle appartenenti alla stagione armocromatica Inverno Assoluto: incarnato freddo (leggermente olivastro, ma chiaro se non esposto al sole e dall’aspetto un po’ lunare), capelli di un castano medio-scuro (ma anche scuro) e iride di un colore scuro e profondo. Queste peculiarità si mescolano tra loro creando un’immagine equilibrata con un discreto contrasto nel mix pelle-occhi-capelli personale e costituiscono decisamente la descrizione più azzeccata e calzante di una True Winter DOC.

Due celeb che portano alto lo stendardo di questa categoria? Krysten Ritter e Dua Lipa: rispondono perfettamente al nostro identikit non ti pare?

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Winter Cool

Ed eccoci al primo sottogruppo, tale perché – come già detto - una delle tre variabili di base prevale sulle altre. Parliamo quindi della sottocategoria Winter Cool la cui caratteristica dominante risiede nell’essere particolarmente freddo, Cool appunto.
Attenzione però: ciò non vuol dire che le altre caratteristiche tipiche della stagione scompaiano! L’incarnato freddo sarà quindi mixato con un’intensità media (decisamente meno elevata rispetto alle altre Winter) e a un valore medio-scuro (ma mediamente un po’ più alto, quindi più chiaro, rispetto alle altre “colleghe Inverno”).

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Bando alle chiacchiere, ecco il nostro identikit completo che ti schiarirà di certo le idee! La carnagione, come detto, è chiara e sia occhi che capelli sono di un castano medio (ma attenzione: la chioma è sempre cenerina, mai dorata o color miele). A volte l’iride può essere azzurrognola o grigia, ma quando questo accade non è mai particolarmente visibile né brillante. Di fatto si tratta della frangia meno intensa dell’Inverno.
Ebbene, proprio questa intensità meno elevata avvicina questa sottocategoria alla stagione Summer, con cui condivide alcuni colori. Occhio a non farsi ingannare!

Le bellissime Winter Cool che qui rappresentano la (sotto)categoria? Lily Collins e Rooney Mara (a testimoniare che sì, anche le Winter Cool possono avere gli occhi chiari!).

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Winter Deep

Sottogruppo che vai, dominante che trovi! Come dice il nome stesso la categoria Winter Deep vede prevalere sulle altre caratteristiche di base quella che riguarda il valore basso, ovvero il fatto di essere particolarmente scure.
Le donne appartenenti al gruppo dell’Inverno Profondo vedranno questa loro peculiarità accostarsi comunque all’incarnato freddo e a una buona intensità, ma di fatto a prevalere sarà comunque la profondità (per l’appunto!) dei loro colori.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Per riconoscerle al meglio ti forniamo anche qui un bell’identikit, completo di tutti i dettagli. La pelle, lo abbiamo detto, ha un sottotono freddo ma con un colorito tendenzialmente scuro – principalmente olivastro, facile a un’abbronzatura bruna (mai dorata) - e sia occhi che capelli di un castano molto scuro, oppure neri. Il contrasto qui, dato il valore basso dei colori, diminuisce un po’, avvicinando di fatto la categoria a quella delle Autumn Deep. Come riconoscerle dunque? Fai indossare alla diretta interessata qualcosa di nero (colore ideale praticamente solo per loro!)… non avrai più dubbi!

Le rappresentanti che abbiamo scelto per portare lo "scettro delle Deep” sono Lupita Nyong'o (ambasciatrice del fatto che l’Armocromia non è una questione di etnia) e Penelope Cruz.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Winter Bright

Ed eccoci al terzo ed ultimo sottogruppo, quello che vede prevalere la variabile del contrasto elevato: parliamo di Winter Bright.
Anche qui l’incarnato resta freddo e il valore complessivo medio-scuro (dato soprattutto dai capelli che sono mediamente scuri, per l’appunto). Il segreto della dominante che contraddistingue una Bright però risiede negli occhi luminosi che, posti a contrasto con i capelli scuri e con la pelle, determinano un’immagine molto brillante. Per questo hanno qualcosa in comune con la stagione Spring, aka la più luminosa di tutte.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

L’identikit? Incarnato piuttosto chiaro, occhi di gemma o di ghiaccio molto evidenti e capelli di un castano medio-scuro, determinano un ritratto molto semplice da riconoscere. Impossibile non individuare una Winter Bright!

Due meravigliose reference per chiunque appartenga a questa categoria sono Zooey Deschanel e Megan Fox. Siamo certi che, solo guardandole, capirai in un secondo da cosa si distingue una persona appartenente alla categoria Inverno Brillante!

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Riproduzione riservata