Trend & Shopping

Regali di Natale: così l’AI di Google ci aiuta a trovare le giuste ispirazioni

AI di Google
11-12-2023
Lens, Ricerca Multipla e Google Maps sono gli strumenti che possono rivelarsi molto utili nella ricerca al regalo perfetto. Come? Te lo spieghiamo subito!

Ok, è ufficialmente cominciata la caccia ai regali di Natale. Un rito bello e irrinunciabile, che però si rivela spesso un vero grattacapo. Puntualmente ci ritroviamo alle prese con indecisioni, dubbi, dilemmi. E magari siamo anche a corto di… ispirazioni. Keep calm, risolviamo tutto. Anche sfruttando l’AI di Google, che può aiutarci a trovare ottime idee per il nostro shopping, semplificandoci la vita. Facciamo un microscopico passo indietro, per capirci meglio.

Cos’è l’AI di Google? Nient’altro che il suo sistema di intelligenza artificiale. Su cui sta investendo moltissimo, tramite una serie di servizi e tecnologie che permettono di comprenderlo e utilizzarlo al meglio. E alcuni di questi strumenti – appunto – si rivelano molto utili a proposito di idee regalo, fashion e non. Ti spieghiamo tutto e subito!

Capi e accessori? Li trovi con Google Lens

Anche per questo 2023, e non avrebbe potuto essere altrimenti, Google Italia registra un’impennata di ricerche relative ai regali di Natale. E sicuramente anche tu hai già digitato più volte le fatidiche parole messe in fila. Facciamo un’ipotesi concreta: stai cercando idee regalo per lei o per lui e ha deciso – fai bene! – di puntare sulla moda. Capi e accessori che siano glam e allo stesso tempo utili; azzeccati, insomma.

Sui social, più in generale online, oppure in un negozio hai visto un outfit interessante; qualcosa che pensa possa piacere alla destinataria o al destinatario del tuo pensiero natalizio. Bene: usa Google Lens, l’app mobile di riconoscimento delle immagini! Punta la fotocamera su ciò che ti ha colpito e vuoi identificare e subito riceverai info su prodotti simili disponibili in Rete e in tutti i negozi vicini.

Come accedere a Google Lens? Semplice: è nella barra di ricerca Google, sul desktop. Per quanto riguarda l’Android, invece, la trovi direttamente nell’app fotocamera o nella barra di ricerca Google dell’homepage. Se hai un iOS, puoi accedere da smartphone tramite l’app di Google.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

La Ricerca multipla aiuta a trovare i diversi modelli

Mettiamo invece che tu abbia visto un vestito, una borsa, un pullover, insomma un capo che sarebbe perfetto per la tua BFF ma in una variante diversa. Un altro colore, per esempio. Anche in questo caso, l’AI di Google può essere una validissimo alleata. Puoi cioè utilizzare la Ricerca multipla all’interno di Google Lens. Lanciata anche in Italia lo scorso febbraio, tramite il tab Cerca consente di effettuare ricerche con un’immagine e un testo contemporaneamente.

Questo significa, per esempio, che hai la possibilità di fotografare quel determinato oggetto – pensiamo ancora al vestito – e digitare l’opzione da te desiderata (“verde”, per dirne una). Visualizzerai l’elenco delle alternative possibili, con tanto di riferimenti.    

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Google Maps per evitare negozi affollati

Varcare la soglia di un negozio e scoprire che è pieno come un uovo, che non si riesce a osservare tutto con calma e c’è pure la fila alla cassa: oddio, che stress! Per evitare questa situazione e beccare il momento giusto ci vorrebbe la sfera magica; anzi no, è sufficiente Google Maps. Sì, perché fornisce aggiornamenti in tempo reale, basati proprio sull’intelligenza artificiale, per cui è possibile individuare il momento migliore per uscire a fare shopping.

Basta digitare il nome del negozio nella barra di ricerca dell’app e voilà, vien fuori lo stato di affollamento. Non solo: Google Maps aiuta anche a individuare i negozi cui trovare un determinato articolo; per mezzo dei filtri di ricerca, in più, si ricevono indicazioni precise sugli orari di apertura e perfino sui prezzi. Chi l’avrebbe detto che l’intelligenza artificiale sarebbe stata la svolta nel check dei regali di Natale?

Riproduzione riservata