Consigli di stile

Sos Armocromia! Gli antidoti per indossare colori “non amici”

Armocromia
02-12-2021
Sara Vasapolli
Cosa succede se dopo la seduta di Color Analysis apri il guardaroba e ti accorgi di avere tanti (troppi!) pezzi fuori palette? Semplice: continui ad indossarli, ma con qualche trucchetto!

L’Armocromia, si sa, è una disciplina meravigliosa che ci aiuta a capire quali colori ci valorizzano di più. È davvero bello uscire dalla seduta di Color Analysis cariche di nozioni rispetto alle cromie più giuste per noi, ma spesso l’incantesimo finisce al rientro a casa, davanti al proprio armadio.

Può capitare infatti che, confrontando il guardaroba con la palette assegnata, ci si renda conto che la maggior parte dei capi - che prima si indossavano con allegra inconsapevolezza - non siano affatto all’interno della nicchia cromatica di riferimento. Oppure che magari non lo siano proprio quei pezzi del cuore ai quali non si rinuncerebbe mai.

E ancora. Succede che si ricevano regali, ci si innamori di color trend, si ereditino “chicche” vintage. E puntualmente accade che gli amori più folli siano quelli impossibili… ergo assolutamente fuori palette!
Ebbene, che fare in questi casi? Rinunciare in nome della Color Analysis? Smantellare un intero guardaroba per restare fedeli alla palette in barba a sé stesse e alla sostenibilità?

La risposta ovviamente è: assolutamente no!
L’Armocromia non deve essere una gabbia, ma offrire strumenti per conoscersi meglio e semplificare la vita, rendendo più largo e divertente l’utilizzo delle tavolozze (moda e non) in circolazione.

Ecco quindi che, se da un lato di certo si svilupperà man mano un senso sempre più critico per il colore e si tenderà a fare scelte sempre più in palette, è anche vero che la teoria del colore - se ben utilizzata - offrirà assist puntualissimi e molto precisi anche per indossare nuances non propriamente “amiche” in modo vincente. Come? Scopriamolo insieme: ecco tutti gli style trick da mettere in pratica (uno per volta oppure tutti insieme!) in questi casi.

Lontano dal viso, lontano dal cuore (della palette)

Iniziamo subito col dire che - per quanto sia vero che spesso avere un total look in Armocromia semplifichi la riuscita dell’outfit - ciò che più conta in termini di “effetti” del colore è ciò che sta intorno al nostro viso. È la nuance più prossima al volto infatti che determina l’esito quasi “cosmetico” che il colore può avere su di noi!

Ecco perché se ti innamori follemente di una cromia non proprio adatta alla tua stagione, la soluzione migliore sarà quella di utilizzarla per un capo destinato al lower body oppure, in piccola quantità, su un accessorio staccato dal viso come un bel paio di scarpe.

Va da sé che lo stesso principio vale anche per ciò che hai nell’armadio: tutti i pezzi fuori palette destinati alla parte bassa del corpo (come gonne e pantaloni) non dovranno preoccuparti in modo particolare; la cosa importante sarà prestare attenzione negli abbinamenti cercando di accostare al capo “incriminato” un pezzo in palette sull’upper body.   

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Accessori vincenti

D’inverno sciarpe e cappelli; d’estate foulard, accessori per capelli oppure baseball cap e buket hat. Insomma ad ogni stagione dell’anno i propri strumenti “salva-look”!
Cosa intendiamo? Tenere un buon assortimento di accessori in palette è un ottimo metodo per avere a disposizione alleati facili da utilizzare su mise non propriamente cucite sul tuo color mix personale. L’importante - ça va sans dire – è che si tratti di pezzi da accostare al viso.

Ecco quindi che una sciarpa importante in palette da portare sopra a quel cappotto dal colore particolarmente difficile per te, oppure un foulard ben scelto indossato sopra alla t-shirt della quale non puoi proprio fare a meno (favolosa per carità, ma di una nuance decisamente “non amica”) saranno dei veri e propri “mai più senza” capaci di risollevare le sorti armoniche dell’insieme e di “correggere” intensità o sottotono del look. Prova, non te ne pentirai!

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Bijoux tattici

Lo stesso ruolo importante che abbiamo appena descritto per gli accessori tocca anche ai bijoux, in particolare a collane, spille e orecchini.
Nulla come un gioiello dalle dimensioni “importanti” accostato al viso è in grado di riportare un look nella giusta direzione, sia stilisticamente che cromaticamente parlando.

E questo vale sia nella scelta del metallo (argento e oro bianco per gli incarnati freddi, oro giallo e rosa per quelli caldi) che nella selezione di smalti, resine e pietre, da scegliere ovviamente in nuances amiche.
Un orecchino pendente (sì, anche singolo, da indossare come accessorio protagonista magari in combo-palette con gli occhiali da sole) oppure una bella collana del colore giusto, funzionano come antidoti salva-palette praticamente in qualsiasi situazione. Provare per credere!

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Make-up strategici

Ultimo, ma assolutamente non per importanza, è il make-up.
Il trucco (insieme al colore dei capelli) è uno dei primissimi elementi di cui ci dovremmo occupare post analisi del colore. E che dovrebbe essere sempre in palette!
Già, se con gli abiti abbiamo dei margini d’azione piuttosto ampi e semplici, il make-up viene indossato direttamente sul volto, ergo dovrà essere in perfetta armonia con i nostri colori personali.

Va da sé che un trucco ben riuscito, con sfumature azzeccate, ti porterà ad essere già a metà dell’opera e farà da “cuscinetto” anche ad eventuali capi non in palette. Molto difficile sarà invece il contrario, quindi occhio alla scelta di “rossetto and co.” e nessuno si farà del male!

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Riproduzione riservata