Fashion culture

10 regole per il cambio di stagione perfetto

Regole per il cambio di stagione
15-10-2021
Giulia Carosi
Con l'arrivo dell'autunno, è ora di fare il cambio di stagione: l'armadio vi aspetta. Ecco come affrontare questo arduo compito con serenità.

Come ogni anno, è arrivato il momento di affrontare il cambio di stagione: l'autunno ha portato con sé un repentino calo delle temperature, quindi è tempo di dire addio alle magliette a maniche corte e agli shorts, per dare il benvenuto a jeans, giacche e maglioncini. Per chi non è così fortunata da avere una grande cabina armadio dove tenere sia il cambio estivo che quello invernale a portata d'occhio, questo periodo dell'anno comporta un compito a volte ingrato. Bisogna infatti svuotare l'armadio e tornare a riempirlo, trovando un posto a tutto e - naturalmente - inscatolando tutto quello che non servirà più fino alla prossima estate. Vuoi farlo con serenità? Ecco le regole per il cambio di stagione perfetto.

Prenditi una giornata libera

Sistemare l'armadio non è certo cosa che si possa fare in pochi minuti. Nel migliore dei casi servono alcune ore, probabilmente almeno tutto un pomeriggio. Il primo passo consiste dunque nello scegliere il giorno in cui affrontare questa missione. L'ideale è il sabato (o qualsiasi sia il tuo turno di riposo al lavoro): niente minuti contati, niente stress. Metti già in agenda come priorità il cambio di stagione, così da non prendere appuntamenti che potrebbero mandare all'aria i tuoi piani. E non rimandare: prima o poi dovrai scontrarti con la dura realtà, prima lo fai meglio è.

Parola chiave: organizzazione

È giunto il momento: la prima delle regole per il cambio di stagione perfetto è ovviamente l'organizzazione. Fai largo in camera, sistemando il letto che si preparerà ad accogliere il contenuto del tuo armadio e tieni a portata di mano tutto ciò che ti servirà nel corso delle operazioni. Contenitori per i vestiti da eliminare, scatole e sacchetti per il sottovuoto per riporre gli indumenti estivi, il necessario per fare le pulizie: fai in modo che, quando tutte queste cose ti serviranno, siano già pronte.

Scegli la colonna sonora del cambio stagione

Visto che dovrai trascorrere qualche ora in camera da letto, approfittane per ascoltare un po' di buona musica. Scegli il tuo artista preferito, oppure una compilation di canzoni che ti danno energia e ti mettono di buonumore: è il modo migliore per arrivare a fine giornata serenamente, senza troppo stress.

Svuota l'armadio (completamente)

Apri le ante dell'armadio e i cassetti del comò, travasando tutto ciò che vi è all'interno sul tuo letto. Non cedere alla tentazione di voler fare un passo alla volta, lasciando qualche mensola per un altro giorno. Sappiamo bene che quel giorno tarderà ad arrivare, meglio quindi togliersi il dente in fretta e non pensarci più. Inoltre, avere tutto a portata d'occhio ti aiuterà ad organizzare per bene gli spazi e a fare una selezione più accurata di ciò che dovrai eliminare.

Largo alle pulizie

Naturalmente, ora che l'armadio è vuoto puoi approfittarne per fare delle pulizie di fondo, quelle che solitamente tutte noi rimandiamo sino all'ultimo momento. Prima di tutto spolvera le superfici, quindi lavale con un detersivo delicato per evitare di rovinare il legno. Dopo aver lasciato asciugare bene ogni ripiano, aggiungi dei profumatori per ambienti - scegliendo tra fragranze anti tarme, così da averne un doppio beneficio.

Butta, vendi o dona il superfluo

Vedendo tutti i tuoi abiti sul letto, ti accorgerai inevitabilmente di quanti sono rimasti letteralmente inutilizzati durante la stagione trascorsa. Una delle regole d'oro per il cambio di stagione perfetto è riassunta in una parola chiave: decluttering. Inizia a fare una cernita di ciò che usi davvero, mettendo da parte tutti quei capi che non ti stanno più bene, che non si abbinano con niente di quello che hai nell'armadio o che non pensi di riutilizzare. I vestiti più rovinati dovrai gettarli, mentre quelli ancora in buone condizioni li puoi vendere oppure donare ad associazioni che ne hanno bisogno.

Appendi tutto con ordine

Dopo aver fatto pulizie (in tutti i sensi), è il momento di sistemare i capi invernali al loro posto. Prenditi tutto il tempo necessario per farlo correttamente: appendi vestiti, jeans e pantaloni, piega bene maglie e maglioni, stira le camicie e gli abiti più stropicciati. Quando arriva il turno di rimettere tutto nell'armadio, scegli un ordine per farlo. Che sia cromatico o che rispetti i tuoi gusti personali, è il modo ideale per sapere a colpo d'occhio dove si trova ciò che cerchi, in ogni occasione.

Tieni un diario del tuo guardaroba

Visto che ci sei, prendi un diario e segnati tutti i capi che rimetti nell'armadio. L'inventario è utilissimo in molti modi: innanzitutto ti agevolerà il prossimo cambio di stagione, perché avrai già sottomano la disposizione ideale. Inoltre il diario ti servirà per evitare lo shopping compulsivo, soprattutto risparmiandoti di acquistare doppioni. E tenendolo sempre a portata di mano, potrai preparare i tuoi abbinamenti con largo anticipo, nei ritagli di tempo libero.

Metti via i capi estivi

Sei ormai a metà dell'opera, non resta che mettere via ciò che hai usato durante la stagione calda. Assicurati che gli abiti siano tutti ben puliti, per evitare cattivi odori che potrebbero rovinare proprio il tuo capo preferito. Quindi dividi tutto con criterio e inizia ad inscatolare. Per un'organizzazione perfetta, etichetta ogni scatola: saprai sempre ciò che contiene senza bisogno di aprirla. Anche i sacchetti per il sottovuoto sono molto utili, soprattutto per le cose ingombranti come la biancheria da letto e i giubbotti.

Ogni accessorio al suo posto

Cinture, borse e foulard sono indispensabili per impreziosire ogni look, ma trovare loro un posto dove riporli è sempre un'impresa. Il cambio di stagione è il momento ideale per sistemare bene anche quegli accessori che sono sempre in giro: puoi comprare delle scatole di piccole dimensioni da poggiare nelle mensole dell'armadio, utilizzandole come contenitori per tutto ciò che vuoi che resti a portata di mano.

Riproduzione riservata