Fashion positivity

Questi sono i 5 capi vintage che dovresti cercare se sei una second hand addicted

Camicia vintage con dettagli
08-11-2021
Agata Mancini
Fai parte del team second hand? Il tuo cuore palpita per i negozi ricchi di abiti retrò? Allora devi per forza conoscere i capi vintage che dovresti cercare per ritenerti una vera esperta

Non c'è niente di più bello che perdersi tra gli stand dei mercatini retrò: l'odore di antico e la consapevolezza di muoversi in modo green e sostenibile sono un connubio che riempie l'anima.

E poi, diciamolo pure, si possono davvero fare degli affari d'oro. Ovviamente, a patto che si conoscano i capi vintage da cercare senza farsi distrarre da pailette, volant e balze.

Abiti retrò

Moderne pin up, siete pronte a scovare dei veri tesori? Tra i capi vintage di seconda mano che non potete assolutamente farvi scappare ci sono gli abiti retrò, veri e propri tuffi nel passato che sapranno darvi un'aria romantica e chic.

I più amati sono senz'altro gli abiti a tema floreale, con scollo a cuore (tra gli anni 40 e 50 valorizzare il décollété era d'obbligo!), gonna ampia e bretelle ampie (quasi delle vere e proprie maniche).

Se, però, vi impegnerete a cercare, potreste anche trovare dei tubini super sensuali, che potreste sfoggiare anche per un'occasione speciale. Se volete essere sicure che sia originale, toccate il tessuto e provate a piegarlo: se resiste allo stropicciamento è un'occasione da non perdere, davvero retrò, perché negli anni 50 i tessuti venivano trattati per non piegarsi così facilmente!

Jeans, jeans e ancora jeans

Se c'è qualcosa che compreremmo fino allo sfinimento, confessiamolo, è il denim in tutte le sue forme. E, a dirla tutta, c'è qualcosa di davvero intrigante nel denim morbido, sbiadito e un po' consumato che si può trovare di seconda mano.

Pronunciando la parola jeans comprendiamo un mondo: pantaloni, trucker jacket, oversize jacket, short e chi più ne ha più ne metta. Nei mercatini si può trovare di tutto e si può addirittura fare il colpaccio trovando alcuni grandi brand.

Sì, perché marchi come Levi’s, Lee Wrangler esistono da decenni. L'unica cosa che potrebbe essere spiazzante è la taglia dei pantaloni, perché le misure sono cambiate nell'arco dei decenni.

Niente paura però, perché i jeans di seconda mano sono ancora più belli se vestono un po' più larghi!

T-shirt super rock e bluse chic

I capi vintage più rock in assoluto? Le t-shirt! Astenetevi dal cercarle se non avete un animo almeno vagamente punk. Stinte, oversize e generalmente con loghi ben in vista, sono perfette per chi ha sempre desiderato di essere una groopie.

Dalle stampe kitsch fino a quelle più semplici, ce n’è per tutti i gusti. Le t-shirt retrò, sono perfette per i look più casual, ma attenzione, perché alcune chicche, abbinate con il jeans giusto e un paio di tacchi possono farvi diventare davvero irresistibili.

Se invece le t-shirt non fanno per voi, provate a cercare delle bluse: esistono da tantissimi anni e ogni decennio ha un taglio particolare e motivi altrettanto peculiari.

Potreste trovare camicie oversize, bluse con la ruches e con drappeggi sul davanti, con maniche a sbuffo e scolli di ogni tipo. Super chic!

Borse inarrivabili

D'accordo, non capita tutti i giorni ma capita: curiosando tra i capi vintage potreste trovare delle borse che, adesso, costano un occhio della testa. Ci sono siti (come Vestiaire Collective) dove si trovano pezzi Chanel, Louis Vuitton, Dior e Gucci da favola.

Anche nei mercatini, se siete dei veri occhi di falco, potreste trovare qualcosa. Certo, magari i brand succitati sono più l'eccezione che la regola, ma potreste comunque trovare dei capolavori di vera pelle, borse a cartella antiche e ancora in ottime condizioni, pochette impreziosite da perle e molto, molto altro ancora.

Se vi imbattete in un luxury brand, occhio all'etichetta: confrontatela bene con le originali presenti su internet, per essere sicure di non star prendendo fischi per fiaschi e di portare a casa un'imitazione (seppur riuscitissima).

Vera pelle vissuta

Non giriamoci intorno: acquistare capi in vera pelle è costoso, per questo acquistarla in negozi e mercatini di seconda mano è una buona idea: ci si può togliere uno sfizio senza, però, spendere troppo.

Che si tratti di una giacca da moto sportiva, di un elegante trench in pelle anni Novanta, di un pantalone o di un blazer, il costo sarà comunque nettamente inferiore a quello di qualsiasi negozio.

C'è comunque da precisare che occorre fare molta, molta attenzione: bisogna infatti tenere in considerazione qualsiasi piccola imperfezione e passare al setaccio qualsiasi capo d'abbigliamento verificando che non ci siano fori o che la pelle non sia smangiata.

Riparare una giacca in pelle, infatti, è altrettanto costoso. A quel punto non solo avreste speso per l'acquisto di seconda mano, ma dovreste anche provvedere a ripararlo. Meglio essere puntigliose!

Riproduzione riservata