Trend & Shopping

Fiori, chiavi, giornali e scarpe. È la rivincita delle messy bag!

messy bag
Jane Birkin lo aveva sempre sostenuto: le messy bags sono glamour. L’effortless chic è senza tempo e le sfilate lo confermano: metti tutto in borsa via... verso la coolness e oltre!

«Ecco dove erano finire le cuffie!». Sostituisci “cuffie” con “chiavi”, o con qualsiasi altra cosa avrebbe dovuto essere facilmente reperibile in borsa. Avrebbe, appunto. Perché in effetti questa frase l’abbiamo detta tutt* almeno una volta, rovistando freneticamente con la mano dentro la borsa per cercare quel qualcosa che era magicamente scomparso. Non facciamocene un cruccio, perché in realtà siamo persone normali, non noiose, e per questo abbiamo una messy bag in spalla (o alla mano) che ci rende perfettamente alla moda. Non sempre il fashion strizza l’occhio “all’extra-ordinario” ma, più di quanto pensi, è proprio dalla caotica normalità che prende ispirazione per lanciare i suoi trend.

messy bag
Dua Lipa con messy bag + charms

Fiori, scarpe, charms, chiavi, targhette, ninnoli, collane, fogli di giornale (da leggere un po’ sulle note di Tiziano Ferro). E chi più ne ha più ne metta. I tempi delle micro borse sono finiti, quindi tira pure un sospiro di sollievo perché la tua messy bag è ad oggi l’accessorio effortless chic da portare sempre con te.

Per convincerti abbiamo deciso di partire da un’icona intramontabile di stile: Jane Birkin. Proprio la donna che ispirò l’omonima borsa di Hermès fu in effetti colei che rese glamour il disordine, l’usura della pelle, gli oggetti appesi ai manici e persino le applicazioni. Il resto è storia, che però ci porta irrimediabilmente a una presente verità. Le borse vanno usate, stra-usate e imbottite. Insomma vanno portate in aeroporto come le gemelle Olsen o per le strade piovose come ha fatto Dua Lipa. Come è giusto che sia, hanno il diritto di essere vissute e non imbalsamate in un armadio.

In sostanza ti stiamo dicendo che è trendy avere il cavo dell’iphone, le mentine, la crema, il pc, l’agenda e due rossetti tutti sparsi per la borsa perché sono gli elementi essenziali di una messy bag che si rispetti. Pensa alla passerella primaverile di Miu Miu dove le modelle sfoggiavano borse con cerniera rigorosamente aperta che metteva in mostra heels, mutandine, jeans e cordicine. Riguarda le bags con nappine, chiavi, e catene di Balenciaga, quelle con fiori di Lgn e Hermès o quelle con dentro giornale e camicia a righe griffate Bottega Veneta.

messy bag
La messy bag di Balenciaga

Ecco. La messy bag è per tutte, democratica. Perfetta per le donne d’affari, per le it-girls e per l’impegnata Gen Z, nessuno è escluso. E se invece sei super ordinata ma vuoi ricreare l’effetto messy bag non c’è niente di più facile. Chiudi gli occhi, prendi le tue cose e mettile in borsa. Attacca un foulard, delle collane indie e/o un portachiavi e la magia è fatta! Prova per credere, mentre noi ti lasciamo così: «In ogni caos c’è un cosmo, in ogni disordine un ordine segreto», cit.

Riproduzione riservata