Fashion culture

Festival di Cannes 2022: i “sì” e i “no” dall’Armocromia sui look del red carpet

Festival di Cannes 2022
20-05-2022
Sara Vasapolli
Quali sono le celeb che sul red carpet della 75esima edizione del Festival di Cannes hanno sfoggiato look perfettamente in palette secondo le regole dell’Armocromia? Chi invece ha indossato colori non adatti al proprio color-mix? Scoprilo con noi!

Da qualche giorno i riflettori si sono accesi su uno dei red carpet più glam di sempre (dopo quello degli Oscar, s'intende): quello della Croisette, ovvero il tappeto rosso del Festival di Cannes 2022.
C’è da scommetterci: fino al 28 maggio ne vedremo delle belle, anzi delle bellissime tra tante star, abiti da sogno e scintillio a go-go!
Ebbene - posto che non vediamo l’ora di condividere con te tutti i look più belli dell’evento – per questa edizione abbiamo deciso di analizzare a fondo gli abiti. In che modo? Ci siamo chiesti quali sono le celeb che se la cavano meglio con i colori e che a Cannes hanno dimostrato di conoscere i capisaldi dell’Armocromia. Chi sa davvero valorizzarsi attraverso le nuances?

D’altra parte l’iconica costumista Edith Head lo ha insegnato ad intere generazioni di attrici e attori (e non solo!): il colore è uno strumento di valorizzazione dell’immagine importantissimo, capace di definire persino l’essenza di un personaggio. Insomma, dovrebbe essere un elemento di grande attenzione quando si sceglie un look per un red carpet tanto importante.

Seguici e scopri con noi quali sono le star che sul tappeto rosso della 75esima edizione del Festival di Cannes hanno centrato in pieno la propria palette utilizzando magistralmente le regole dell’Armocromia. E chi invece non lo ha fatto.

Julianne Moore

Credits:  Getty Images
Credits: Getty Images

Un Autunno caldo in nero. Per chi conosce l’Armocromia non servono altre parole!
La bellissima Julianne Moore ha un sottotono di incarnato caldo - anzi spiccatamente caldo! - tanto da appartenere al sottogruppo Warm della categoria Autumn. Ebbene, il (favoloso!) abito firmato Bottega Veneta indossato sul red carpet della prima giornata del Festival di Cannes 2022 era nero, ovvero il colore più freddo in assoluto. Di certo non la scelta cromatica migliore per il color mix di Julianne Moore!

A salvarla dal total black però ci ha pensato un beauty look perfettamente in palette e una bellissima collana Bulgari di smeraldi (che di base apparterrebbero alla palette Inverno, ma se accostati a una chioma fulva fanno semplicemente girare la testa, come tutti i verdi del resto!).
Responso: non in palette, ma con il talento di saper “correggere” nuances non amiche.

Jasmine Trinca

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Incarnato freddo e un color mix medio che sanno proprio di palette Winter Cool. Parliamo di Jasmine Trinca che ha calcato il red carpet del Festival di Cannes 2022 con un long dress firmato da nostra signora della moda Miuccia Prada.
Il colore prescelto? Un bianco abbastanza brillante, con un raffinatissimo motivo gioiello di rami di palma argentati. Bene, Inverno Cool e bianco freddo (+ argento!) sono un mix assolutamente vincente… e si vede!

Unico neo: il rossetto rosso a base aranciata. Un color ciliegia sulle labbra sarebbe stato la cosiddetta (passaci il gioco di parole!) ciliegina sulla torta!
Responso: meravigliosamente in palette, cambiare lipstick sarà un gioco da ragazze!

Eva Longoria (primo abito)

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Con i lunghi capelli e gli occhi scuri potrebbe sembrare Autunno, ma non è. No, perché la favolosa Eva Longoria è in effetti una Winter Deep. Si tratta della sottocategoria più scura dell’Inverno, quella che chiama a sé colori profondi e freddi.
Ebbene, qual è il colore più scuro e freddo in assoluto? Il nero, la nuance che – al contrario di quanto si pensi – non dona per davvero a chiunque. Ma per una Winter Deep è praticamente il Sacro Graal dei colori!

Beh, a quanto pare Eva lo sa bene ed eccola calcare il tappeto rosso della Croisette con un long dress total black by Alberta Ferretti. Un’autentica apparizione!
Insomma c’è poco da aggiungere. Responso: favolosamente in palette!

Adriana Lima

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Stesso colore, color mix differente. Anche Adriana Lima - con un baby bump meravigliosamente in evidenza stile “Bad Girl RiRi” - arriva a Cannes con un long dress firmato Balmain. Total black of course.
Bene, devi sapere che non solo Adriana Lima è una Spring (ovvero ha un color mix caratterizzato da incarnato caldo e dorato con colori brillanti), ma è addirittura una Bright.

Cosa significa? Le sue cromie personali sono particolarmente brillanti e rispondono bene a nuances calde, sature e luminose. Mentre il nero è uno dei colori nemici per eccellenza per una Spring Bright!
Il perché è presto detto: il colore più scuro e freddo di sempre non rispetta né valorizza i colori naturali di una Primavera Brillante, al contrario rischia di spegnere l’incarnato e appesantire l’insieme. Sì, persino su una meravigliosa Adriana Lima!
Responso: grintosa e dolcissima, ma non in palette.

Elle Fanning

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Chi invece dimostra sempre di conoscere molto bene l’arte dell’Armocromia è Elle Fanning. Oh sì, la deliziosa attrice ha fatto centro anche sulla passerella del Festival di Cannes 2022!
Vestita con un adorabile abito dalla gonna semi ampia con tulle e corpino gioiello Armani Privé, Elle Fanning ha stregato tutti avvolta in una splendida nuvola rosa ballerina.

La bellissima attrice dai capelli biondi, la pelle di porcellana rosata e gli occhi celesti ha l’immagine delicata tipica di una Summer Light. E il rosa chiarissimo è quanto di meglio ci sia per valorizzarla perché rispetta i suoi colori grazie a caratteristiche a loro perfettamente speculari.
Che altro potremmo dire? Responso: divinamente in palette.

Jennifer Connelly (red carpet)

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Un Inverno, lo abbiamo detto, viene valorizzato da colori freddi e brillanti. Chiedete a Jennifer Connelly, che per Cannes 2022 sceglie un long dress mozzafiato assolutamente perfetto.
Oh sì, l’abito firmato Louis Vuitton con cui l’attrice ha calcato il primo red carpet del Festival è davvero un sogno ad occhi aperti. Ma soprattutto: è perfetto per lei!

Bene, veniamo al colore: si tratta di un argento intenso e luminoso, da cui a tratti si intravede qualche sprazzo di nero. Molto bello su una Winter in generale, il che ovviamente vale anche per una Bright come Connelly.
La foto parla per noi. Responso: perfettamente (e divinamente!) in palette.

Viola Davis

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

L’Armocromia non è una questione di etnia: si basa su principi assolutamente universali! Sebbene in molti infatti associno alla pelle nera in modo istintivo necessariamente un sottotono di incarnato caldo, non necessariamente è così. E Viola Davis ne è la prova vivente perché porta alto lo stendardo delle Winter Deep! Sottotono di pelle freddo e colori particolarmente scuri e profondi la caratterizzano, rendendo di fatto perfette per lei sfumature come il blu intenso, i rossi freddi, molti viola o il classico nero. 

Anche il giallo può essere incantevole su di lei, ma a un patto: che si tratti di una sfumatura acida, quindi fredda e brillante. L’abito che Viola sceglie invece per il red carpet del 75esimo Festival di Cannes è un bel vestito di Alexander McQueen di un giallo caldo, ovvero a base aranciata, che non la rispetta nelle sue caratteristiche di base. Sebbene Viola Davis indossi infatti qualunque cosa con grande personalità, la differenza di effetto sulla radiosità dell’incarnato rispetto a quando in passato aveva optato per tonalità in palette è evidente. Aspettiamo dunque la prossima mossa!
Responso: sempre bella ed elegante, ma (questa volta) non in palette.

Eva Longoria (secondo abito)

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

La regina indiscussa di questo Festival di Cannes 2022? Eva Longoria, non abbiamo alcun dubbio. Almeno per quello che riguarda le scelte di palette!
Il secondo abito sfoggiato dalla bellissima attrice è (ancora) selezionato in modo impeccabile dal punto di vista dell’Armocromia, e si vede!

Il sensualissimo long dress targato Cristina Ottaviano è infatti una sorta di lungo mosaico argentato. Come se l’intero abito fosse composto da tasselli metallici lucidissimi, quasi specchiati. Inutile ribadire quanto l’argento (o comunque tutti i metalli freddi) siano valorizzanti su una Inverno. Ed è così che la Winter Deep Eva Longoria si porta a casa il nostro premio per il rispetto della propria palette.
Responso: perfettamente in palette.

Jennifer Connelly (photocall pomeridiano)

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Il secondo look (sempre firmato Louis Vuitton) di Jennifer Connelly - sfoggiato durante il photocall pomeridiano in occasione della presentazione del reboot di Top Gun, ovvero il film Top Gun: Maverick – ha catalizzato l’attenzione quasi quanto il primo. Nonostante si tratti ovviamente di un outfit molto più daily.
Galeotti sono stati i favolosi cuissardes rosso fuoco che hanno incendiato gli animi di tutte le fashioniste. Ma come se l’è cavata Jennifer con la palette in questo frangente?

Meno brillantemente (è davvero il caso di dirlo!) della prima volta. Il midi dress, caratterizzato da un beige caldo in quota dominante e da alcune sfumature rosate, è decisamente troppo tenue per l’immagine bright dell’incantevole attrice. Ed è proprio la delicatezza estrema del color mix a rappresentare il punto debole del look.
Il rosso degli stivali? È caldo certo, ma di fatto con la sua intensità funzionerebbe meglio di colori troppo deboli indossati a ridosso del viso. La camicia di un bianco ottico è infine un punto di forza, ma non è sufficiente a conferire la giusta intensità cromatica al color mix, in modo da sostenere quello di Jennifer Connelly.
Responso: non in palette (ma cosa non daremmo per un giro con quei cuissardes!).

Tom Cruise

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Compagno di photocall di Connelly è stato ovviamente il divo Tom Cruise. Sappiamo cosa stai pensando, ma chi l’ha detto che l’Armocromia sia necessariamente una faccenda per sole donne?
Lo abbiamo già detto: i colori sono universali. È chiaro dunque che possono aiutare anche l’immagine maschile nella sua valorizzazione.

Il mix cromatico dell’attesissimo Tom? Mediamente intensa e dall’incarnato freddo, con colori non particolarmente scuri. Ecco perché per lui parleremo di palette Winter Cool, la nicchia meno scura e profonda dell’Inverno.
Il completo blu indossato in occasione della presentazione a Cannes 2022 del suo ultimo film? Un successone, semplicemente il colore perfetto per la sua immagine.
Responso: bravo Tom, in palette!

Caroline Caro Daur

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Non solo attori in quel del Festival di Cannes 2022. Anche gli influencer si prendono la loro parte di scena! È il caso di Caroline Daur, che ha calcato il red carpet con uno scintillante abito Valentino.
Il colore? Inutile dire che si tratta del favoloso PP-Pink, il rosa messo a punto da Pantone e Pierpaolo Piccioli.

Ed ecco come è andata in termini di palette. Caro Daur – con la sua immagine chiara e soft e i suoi colori freddi - è indubbiamente una Summer.
Il PP-Pink? Roba da Winter, in quanto freddo e vibrante! Il rosa in questione infatti rispetta di certo il sottotono dell’influencer, ma non la delicatezza della sua immagine. Con il risultato che la cromia tende a sovrastarla.
Risultato: bellissima e molto cool, ma non in palette!

Jon Hamm

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Potevamo forse lasciare il nostro caro Tom unico uomo in questa rassegna? Certo che no! Ed ecco che andiamo a sbirciare l’abito indossato dall’affascinante ex Don Draper, Jon Hamm.
L’immagine dell’interprete di una delle serie più iconiche di sempre è di certo fredda e media da un punto di vista del color mix. La sua palette? Winter Cool, proprio come Tom.

Ebbene nonostante si tratti di un Winter, è pur sempre del sottogruppo Cool che stiamo parlando (per di più lui si posiziona proprio al confine con l'Estate). Ed ecco quindi che lo smoking black and white sfoggiato in occasione del red carpet sulla Croisette tende ad essere troppo brillante e contrastato per lui. Tecnicamente non è completamente errato, ma ha comunque qualcosa che lo rende troppo squillante. Ed ecco cos'è: l'abbinamento! Il bianco è freddo ma, essendo ottico, se posto in combo grafica con il nero risulta decisamente invasivo.
Responso: caro “Don” sei sempre affascinante, ma questa volta non (proprio) in palette.

Leonie Hanne

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

È ora il turno di Leonie Hanne, queen indiscussa del fashion digitale e dello street style. Leonie ha calcato il tappeto rosso del Festival del Cinema francese con u long dress gioiello decisamente scenografico, scultoreo. Si tratta di un abito Valdrin Sahiti, completamente tempestato di candide perle.

Sarà stata la scelta migliore cromaticamente parlando? Nonostante l’influencer sia sempre innegabilmente meravigliosa, la sua immagine brillante e il suo incarnato caldo e dorato (parliamo ovviamente di una Spring) avrebbero beneficiato di più di colori luminosi e caldi. Restando in tema “abiti gioiello” di un oro sabbiato ad esempio.
Responso: sempre bellissima, ma non in palette.

Anne Hathaway

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Semplicemente divina Anne Hathaway in Giorgio Armani Privé, una vera apparizione al Festival di Cannes 2022.
Il long dress total white dal taglio sorprendente incarna l’ideale per qualsiasi red carpet che si rispetti. Ma cromaticamente sarà stato giusto per la diva?

La bellissima Anne è una tipica Winter Cool, con incarnato freddo e capelli e occhi castani. Il bianco sfoggiato per l’occasione su di lei è semplicemente perfetto, una cromia che rispecchia le sue caratteristiche rendendone l’immagine eterea, luminosa e bilanciata.
Il tocco da maestra? Il collier con zaffiro blu di Bulgari, l’elemento che dona il giusto contrasto all’insieme.
Responso: nemmeno Miranda Priestly avrebbe potuto fare di meglio, magistralmente in palette.

Julia Roberts

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Altro look, altra diva. Ecco arrivare a Cannes 2022 nientepopodimeno che Julia Roberts!
L’outfit prescelto? Una jumpsuit tuxedo total black firmata Louis Vuitton per nulla scontata ma – come nel caso di Julianne Moore – non proprio corretta da un punto di vista cromatico.

Già anche l’intramontabile Julia è Autunno Warm, caratterizzata da un’immagine non troppo contrastata e spiccatamente calda. Per lei le nuances migliori dovrebbero essere avvolgenti e dalla base aranciata, mentre il nero resta di certo il colore meno valorizzante.
Non basta nemmeno il gioiello Chopard con pietra gialla a correggere il tiro della palette: resta troppo distante dal volto per aggiungere calore all’insieme.
Insomma, per quanto abbiamo amato la scelta del modello non possiamo promuovere quella della nuance.
Responso: Julia è sempre Julia, anche non in palettte.

Riproduzione riservata