Street style

Stivali doposci (anche in città, perché no?): i must have dell’inverno

Doposci
01-02-2022
Nadine Solano
Caldi, comodi e sempre più glamour, hanno ottenuto la piena promozione da parte dello street style e sorprendono a colpi di versatilità.

L’hai notato anche tu, gli stivali doposci appaiono sempre più spesso in passerella. Il messaggio è chiaro fin dall’inizio: non meritano di essere relegati ai soli contesti innevati e alle altitudini elevate. Non sono soltanto calzature calde e pratiche, ma possiedono un potenziale fashion che esige di essere esplorato e svelato. Sfilata dopo sfilata, falcata dopo falcata, le maison hanno alzato il tiro. Con l’obiettivo di abbattere quella sorta di diffidenza che impediva – diciamo così – il salto dalla teoria alla pratica.

I creativi hanno fatto dei doposci le loro perfette muse, con proposte d’impatto e ogni volta più convincenti. Il risultato? Lo street style ha detto sì. Un crescente numero di influencer ha infilato i piedi in questi boots così comodi, avvolgenti, glam. Estrosi, anche. E così hanno fatto il loro ingresso non soltanto nella quotidianità, ma anche nella lista degli accessori più desiderati del momento.

Fra icone, rivisitazioni e novità

Dici doposci e vengono subito in mente gli iconici Moon Boot, ovvio. Che infatti stanno vivendo una nuova stagione d’oro, anche grazie al sodalizio con altri noti brand da tempo saldamente presenti sulla scena fashion. Chloé, per esempio, di recente ha firmato una collection in pelle di vitello e maglia (con lacci riciclati, vogliamo sottolinearlo), mentre GCDS li ha rivisitati in chiave pop, realizzando una versione in ecopelliccia con logo e una con patch Hello Kitty sulla parte davanti. Ma gli orizzonti si aprono molto oltre i Moon Boot, e il bello è anche questo.

Pensiamo alla collezione Balmain X Rossignol, che comprende doposci in nylon trapuntato con motivo monogram Balmain avorio e nero; proprio il monogram è protagonista anche della linea firmata Dior. Impossibile non tirare in ballo pure gli stivali di shearling Ugg e Mou, che hanno decisamente ritrovato smalto, in virtù del trend in questione nonché di nuove folgorazioni fra le it-girl. Poi?

Doposci

C’è anche chi ha messo il tacco…

Poi c’è chi ha messo il tacco ai doposci. Un tacco alto. Mescolando così i codici per ottenere un mix&match davvero degno di nota, che vede tutte d’accordo. Stiletto per gli originali stivaletti creati da Louboutin: imbottiti e trapuntati, arrivano poco sopra la caviglia e sono un’ode alla femminilità urban. Il nero è l’opzione passepartout, ma c’è anche la versione rossa.

Fanno girare le teste, letteralmente parlando, i doposci in nylon trapuntato con stampa leo e tacco a blocco di Dolce&Gabbana; giallo e fucsia le varianti cromatiche. Ma in realtà i due stilisti siciliani si sono davvero sbizzarriti, arricchendo la proposta con modelli in nylon imbottito con termostrass e in tessuto oleografico trapuntato. La sobrietà, d’inverno, non riscalda.

Doposci

… E chi punta sull’effetto Yeti

Negli anni Ottanta li chiamavano “doposci pelosi”. Sembrava fossero finiti sotto un cumulo di neve e invece no: hanno sempre fascino da vendere. Quindi sono riemersi, più caldi e vaporosi che mai. Merito anche di Miu Miu, che per la sfilata del marzo 2021, tenutasi fra le nevi di Cortina, ha mandato in scena un modello volutamente esagerato. Quasi cinematografico. Ma rigorosamente ecologico. Fra la folta pelliccia, all’altezza dei talloni, ecco delle borchie ricamate a completare l’opera.

Per le fashion addicted dotate di una sana faccia tosta, è stato amore a prima vista. Per le altre, la maison propone una più sobria versione in montone. Molto interessanti anche i boots di Bogner e Isabel Marant, a loro volta eco fur, e quelle di Celine, che invece ha scelto la pelliccia di agnello.

Doposci

Ma come abbinarli?

Si potrebbe pensare che gli stivali doposci siano limitanti per quanto concerne gli abbinamenti. E invece, la magia d’inverno è proprio questa: vale il contrario. Sono calzature dotate di un grande potere anarchico. Questo vuol dire che puoi indossarle per completare i più svariati outfit. Certo, con quelli comfy vanno a nozze: pensa, per esempio, alla combo con i pantaloni della tuta o i leggings in maglina.

Però possiamo dirti che è con i contrasti che danno davvero il meglio; provali con le minigonne, i minidress, anche con i pantaloni a sigaretta di taglio maschile. Gioca, scatenati, tira fuori dall’armadio una camicia bianca classica, un maxi blazer oppure il più romantico dei tuoi maglioni. E per un tocco grunge, pantaloni cargo e maxi cardigan!

Doposci

A proposito di stivali, stavi cercando qualche idea per valorizzare i tuoi combat boots? Ecco gli abbinamenti più cool!

Riproduzione riservata