Trend & Shopping

Cosa ci vuole dire Kendall Jenner in pantofole?

pantofole
Chiamale slippers o ciabattine, ma la verità è che sono le shoes più divisive della stagione. Le pantofole ora salgono di livello e sono giustissime per il leisurewear

Vedere le celebs nella loro veste da red carpet fa sempre un effetto wow ma, diciamolo, le vere lezioni di stile arrivano dai loro street style; per questo quando abbiamo visto Kendall Jenner uscire in pantofole (da hotel) abbiamo preso subito appunti. E ci siamo chieste: «ok Kendall, ci stai dicendo che ora uscire in ciabatte va bene?». Dopo le sneaker-non sneaker, sembra che adesso siano queste scarpe-non scarpe ad aver catalizzato l’attenzione delle glamour girls, comprensibile? In realtà sì. Un po’ perché ai guizzi unconventional della moda dovremmo esserci abituate. Un po’ perché se anche un brand posh come The Row mostra in passerella queste calzature home-ready non si può non apprezzarle. O no?

Chiamale pantofole, ciabattine chiuse o slippers, ma non cambierà il fatto che sono/saranno l’accessorio divisivo della stagione. C’è infatti chi le ha scartate a prescindere convinta che servano solo per passare dalla stanza alla piscina dell’albergo. E chi, come Kendall, sembra amarle già proponendo l’upgrade del lazy day con ai piedi un dettaglio da 900 dollari Made by Olsen’s quite luxury. Le gemelle più minimal chic del fashion system le hanno infatti portate sulla catwalk di questa primavera estate, dimostrando (ancora) di essere “l’eccezione che conferma la regola”. In fondo si può uscire in pigiama, come si può uscire in pantofole, perché tra il corridoio e una strada c’è giusto qualche passo di mezzo.

Blazer + leather pants + slippers
Blazer + leather pants + slippers

Quindi cerchiamo di capire come abbinare le pantofole nel modo corretto secondo le regole del leisurewear. Prima però amplia le tue vedute e ricordarti che di slippers ce ne sono di tanti modelli. E non esistono solo quelle indossate da Justin Bieber con calzini bianchi. Miu Miu per esempio le ha realizzate in versione bling bling, mentre Jw Anderson e Proenza Schouler le hanno proposte tutte chiuse e reticolate. Vuoi una versione cool (e dal budget più contenuto)? Da Zara puoi trovarle in versione ibrida tra una slingback bassa e una minorchina. Ora, fatta questa piccola premessa, il way to wear migliore per sfoggiare le slippers è quello di matcharle a capi minimal dalla forma rilassata.

pantofole
White shirt + pantaloni a vita bassa + slippers logo

Bermuda con t-shirt, pants a palazzo portati con top XL, salopette, abiti a peplo e baggy jeans sono solo alcuni pezzi con cui puoi giocare e creare il tuo “pantofole look”. E poi, a questo punto dobbiamo dirlo, i tacchi sono bellissimi- certo - ma vuoi mettere la comodità chic delle slippers? La comfort zone, dopotutto, è sempre la comfort zone! Adesso ti lasciamo riflettere, intanto qui sotto puoi trovarne diverse… così sarai anche tu a decidere se queste scarpe scalzeranno le ballerine dal podio delle flat shoes.

Slippers

1/10
Pantofole in seta (THE ROW)
2/10
Pantofole con dettagli preziosi (MIU MIU, via Harrods)
3/10
Slippers con strass (ALAÏA)
4/10
Pantofole velvet (SERENA UZIYEL, via Wolf&Badger)
5/10
Slippers mesh (ZARA)
6/10
Pantofole in pelle (MARSÈLL)
7/10
Pantofole traforate (LORO PIANA)
8/10
Slippers stile mocassino (HERMÈS)
9/10
Pantofoline stile friulana (PELLIZZARI)
10/10
Pantofole multicolor (MIISTA)
PREV
NEXT
Riproduzione riservata