Trend & Shopping

Intramontabili slingback: i modelli più glam del 2022

Slingback
19-05-2022
Nadine Solano
Un evergreen, un must per salutare l'arrivo della bella stagione. Scarpe che diventano protagoniste di infinite ispirazioni: quali ti identificano meglio?

Una rondine non fa primavera, ma le slingback sì. La fanno eccome. Quel cinturino che avvolge il tallone è per certi versi il preludio alle scarpe estive; l’elemento di transizione, mettiamola così, tra i modelli chiusi e quelli aperti. Da qualche tempo abbiamo scoperto che la combo con i calzini è decisamente cool, e ci permette pure di anticipare il momento di indossarle. Le amiamo ancora di più.

Le slingback, un grande classico: le origini risalgono agli anni Quaranta, nel 1957 Coco Chanel ha invece ideato le versioni bicolore. Non tramontano mai, in virtù sì dell’innata raffinatezza che fa rima con semplicità, ma anche perché incredibilmente camaleontiche. Rendono possibili le più svariate interpretazioni e rivisitazioni, vengono plasmate in base alla creatività di chi se ne intende, puntualmente tornano in scena e ci conquistano. Sempre. E allora, si alzi il sipario sulle versioni più glam per questa primavera.

Mocassini

La fusion che ha fatto capitolare in un batter d’occhio le fashion addicted: i mocassini slingback. L’impronta è più casual rispetto agli altri modelli, il livello di praticità sale e la virata è verso lo stile college. Il tacco kitten è un (vezzoso) plus di comfort.

Questi sono i mocassini two tone – bianco e tabacco - proposti da Miu Miu, il morsetto in pelle è impreziosito da un accessorio in metallo logato. Il tacco misura 4,5 cm.

Slingback

Con tacco a virgola

Sì, le slingback basse – flat o con tacco mini – sono un trend parecchio gettonato per la primavera 2022. E a proposito di tacco, la perfetta alternativa al kitten heel coincide con quello a virgola. Ironico e ultra chic.

Il modello che vedi porta la firma di Prada, è la rivisitazione di un design appartenente agli archivi degli anni Novanta della maison stessa; la peculiarità, oltre al tacco a virgola, è la suola in gomma che avvolge la tomaia. Affascinante questo incontro tra l’iper femminile forma a punta e il richiamo palesemente sporty, non trovi? Si sceglie tra 7 colori.

Slingback

Preziose

E poi ci sono le slingback più preziose, ovvero decorate con cristalli, strass, piume. Per completare gli outfit da sera, per i momenti speciali. Il bello sai qual è? Che anche i modelli più “opulenti” non perdono classe, proprio per la forma della scarpa in sé.

Nel catalogo di Gucci troviamo queste, ispirate alle collezioni degli anni Novanta e Duemila, realizzate in pelle scamosciata nera e cristalli. Anche in questo caso il tacco è basso, pari a soli 3,5 cm. La chiusura del cinturino è dotata di una sottile fibbia.  

Slingback

Animalier

Chi predilige il mood grintoso, gioisca pure: anche le slingback animalier hanno conquistato un posto tra le tendenze del momento. Tra fantasie tigrate, leopardate e zebrate, la soddisfazione è assicurata. Come la duttilità, del resto. Perché queste scarpe si abbinano più facilmente di quanto possa sembrare, e sono perfette anche con un semplice paio di jeans.

Ti mostriamo le Holli Sling Tiger Snake di Amina Muaddi, in raso e con tacco - da 8 cm - a rocchetto: che ne pensi?

Slingback

In vernice

Lucide, eleganti. Catturano l’attenzione ma senza strafare, anzi. Le slingback in vernice ci attirano sempre, quelle nere mettono tutte d’accordo. E per chi desidera qualcosa in più, entrano in scena le versioni bicolore. Oppure con la punta in metallo, per un tocco rock davvero niente male.

Hanno le carte in regola per diventare un cult le slingback Vesper di Saint Laurent, e lo dimostra il successo che stanno riscuotendo tra le regine dello street style. Il tacco è a spillo, 9 cm.

Slingback

Logo, monogram & lettering

Loghi, monogram e lettering sono ormai un’acclarata passione di molti brand, anche luxury, e trovano nelle fashioniste delle convinte sostenitrici. Il capo, l’accessorio è griffato e si ha voglia di sottolinearlo, più che legittimo! Nel caso delle slingback, le lettere si posano fiere proprio sul cinturino; i loghi e il monogram decorano la punta o la tomaia, se non tutta la superficie della scarpa.

Tra i modelli più gettonati del momento, quelli di Dior e Louis Vuitton: porta la firma di quest’ultimo la décolleté in satin tecnico e tela monogram. Se te ne intendi, hai già capito che si tratta della rivisitazione delle omonime sneakers.

Slingback

Vitaminiche

… Largo anche alle slingback colorate, anzi coloratissime! Arancio, giallo, verde, rosa, rosso: le tonalità più intense, nella loro gradazione più vibrante. Per valorizzarle – perché esigono di essere valorizzate – puoi scegliere capi cromaticamente più sobri o puntare sul color block.

Tieni d’occhio queste, perché stanno mandando in visibilio parecchie fanciulle: sono opera di Prada, l’elemento eyecatching (colore a parte, naturalmente) è la zeppa scultura ispirata al triangolo distintivo del marchio. La pelle spazzolata presenta un finish laccato.

Slingback

Multicolore

Ma il colore passa anche da altre traiettorie, diventando protagonista di fantasie floreali, geometriche, astratte. E anche questo diventa un modo per rivisitare le slingback in chiave contemporanea.  

Un esempio decisamente interessante, riconducibile alla collezione J’Adior di Dior: il cotone ricamato Mizza blu multicolore è ispirato agli archivi della maison ma anche all’estetica pop. Il tacco è a virgola, alto 6,5 cm; la tomaia scollata è in pizzo. Nota il nastro bicolore con lettering, come dicevamo prima.

Slingback

Il passepartout

Chiudiamo con il modello passepartout, che non teme di essere spodestato: le slingback nere classiche, a punta e con tacco a spillo. Di giorno come di sera, sono inattaccabili. La classe.

Per le più esigenti, mettiamo sul piatto le iconiche Kate Sling di Christian Louboutin, dall’immancabile suola fiammante. Questa è la versione in pelle scamosciata, il tacco misura 8,5 cm.

Slingback
Riproduzione riservata