Fashion culture

Body shape: trucchi e dritte per misurare i fianchi in modo preciso

Misurare i fianchi
12-10-2022

I fianchi sono una delle misure fondamentali per la silhouette di noi donne: ma come si prendono? Ecco un piccolo vademecum per non sbagliare!

90-60-90: sono queste le misure – secondo i canoni classici – della perfezione estetica femminile. Cosa rappresentano? La prima cifra riguarda la circonferenza del torace (seno incluso), la seconda del girovita mentre la terza corrisponde ai centimetri dei fianchi.
Si tratta di misure del tutto indicative che rispecchiano l’ideale di un corpo di donna dal fisico mediterraneo, prosperosa ma con il vitino da vespa. In linea di massima la misura “ideale” (se davvero esiste) è compresa secondo gli standard tra gli 80 e i 100 centimetri e si accompagna a un numero magico – lo 0.67 – ottenuto dividendo il valore in cm del punto vita per quello dei fianchi: pare che più il risultato si avvicina a questa cifra, più si è ben proporzionate. A questo punto ti starai chiedendo: ok, ma come misurare i fianchi?

Ci arriviamo subito, ma prima ci teniamo a sottolineare che, quelli riportati qui sopra, sono solo dati del tutto indicativi e non devono in alcun modo divenire punti di arrivo “obbligati” per nessuno.
Al contrario, conoscere le proprie misure in maniera precisa è importante per avere consapevolezza di sé. Dallo shopping (soprattutto online) alla confezione di un abito su misura, fino ad arrivare al saper riconoscere la propria body shape valorizzandosi al massimo, ci aiuterà a non sbagliare più un colpo nel guardaroba!

E allora arriviamo al dunque. Misurare i fianchi sembra semplice, ma in realtà esiste una corretta procedura da seguire alla lettera. Ecco come!

1. Conoscere la differenza tra vita e fianchi

La vita è la parte appena sotto le coste, dove il torace si stringe verso l’interno, mentre i fianchi partono dalle anche e comprendono anche i glutei. Di norma sono un po’ più larghi rispetto alla vita.

2. Servirsi di un metro adeguato per misurare i fianchi

Di solito si utilizza quello da sarta, morbido e flessibile. Ma vanno bene anche le varianti usa e getta in carta: l’importante è che si pieghino e che seguano le curve del corpo senza problemi.

3. Spogliarsi per misurare la circonferenza

Per prendere la giusta misura, è bene non avere vestiti addosso. Sì alla lingerie, ma via a tutti gli altri capi che vanno tolti per non inficiare il risultato.

4. Piazzarsi davanti a uno specchio

Misurare i fianchi è una mossa che si può fare in autonomia, senza ausili, ma se riesci a trovare uno specchio di quelli lunghi, che inquadrino bene la figura, è meglio: in questo modo, puoi verificare se stai prendendo la misura nel punto giusto e se il metro non è avvolto su se stesso.

5. Unire i piedi per misurare correttamente i fianchi

Se allarghi le gambe, anche la misura dei fianchi si allarga leggermente: la posizione corretta da tenere è quella con i piedi uniti.

6. Trovare il punto giusto

Il punto corretto attorno al quale far passare il metro è quello più ampio: a colpo d’occhio dovresti individuarlo (ecco a cosa serve lo specchio!), dopo aver avvolto il metro intorno ai fianchi, alzalo o abbassalo leggermente, finché non trovi il punto più largo. Non barare!

7. È il momento di misurare i fianchi! 

La misurazione è semplice: tieni un’estremità del metro ferma in un punto, poi con l’altra mano passalo dietro alla schiena. Ricongiungi il metro, facendo attenzione che sia ben aderente intorno ai fianchi, ma senza stringere. Ora leggi la misura, ovvero il numerino che leggi nel punto in cui l’estremità iniziale tocca il metro. Questo è quanto misura la circonferenza dei tuoi fianchi!

8. Appuntare tutti i dati 

Sia che tu abbia commissionato un vestito su misura sia che tu voglia utilizzare il dato per azzeccare sempre la taglia durante il tuo shopping, segnati la cifra. Sarà comodo avere il dato a portata di mano!

Riproduzione riservata