Consigli di stile

Se ami lo stile retrò, questi sono i capi che devi avere

Stile retrò
26-10-2022
Ispirazioni che vengono dal passato e si traducono in outfit senza tempo, densi di fascino e suggestioni: facciamo un check dei pezzi che non possono mancare nell'armadio per replicare lo stile retrò in chiave moderna

Difficile resistere ai richiami dello stile retrò, di quei capi e accessori che conducono indietro nel tempo e sono densi di un fascino davvero intramontabile. Ma anche perfetti rappresentanti di un’eleganza easy e “democratica”, che non viene cioè pregiudicata dall’età, dalla taglia, dalla bodyshape. Un outfit retrò dona a tutte, senza distinzioni di sorta. Fa rima con “chic” ma è anche un po’ un gioco, potremmo definirlo persino un’esperienza… sensoriale. Non una scelta della quotidianità, ma una carta da giocare in occasioni particolari. O, semplicemente, quando ci va. Insomma: lasciare sempre aperta la porta che conduce allo stile retrò, riservare a determinati pezzi chiave un posto fisso nell’armadio è cosa buona e giusta.

Ma a proposito di pezzi chiave: quali sono? Innanzi tutto, non si confonda retrò con vintage. Quest’ultimo termine indica prodotti datati, risalenti a epoche più o meno remote; retrò, invece, è l’ispirazione. Il design. La realizzazione, invece, è recente. Chiarito questo, etriamo nel vivo della faccenda.
Pensando agli accessori, immancabili sono – per esempio – le handbag con manico rigido, le scarpe t-bar, le Mary Jane. Passando ai capi di abbigliamento invece, ecco una selezione strategica tutta da studiare!

La giacca di tweed

Quando si parla di stile retrò, viene automaticamente in mente la giacca di tweed. Non potrebbe essere altrimenti. E a dire il vero, la stessa cosa vale a proposito di moda preloved.

Resa iconica da Coco Chanel, rilanciata e prodotta anche da altre griffe, la giacca tweed è dotata di un’allure indiscutibile. Nonché estremamente versatile, e basti pensare ai felici sodalizi coi jeans.
Ai modelli dal taglio classico si affiancano quelli cropped, perfettamente allineati ai trend del momento. Ma anche il blazer in tweed doppiopetto è una gran bella idea! 

Stile retrò
Credits: Getty Images

Il cardigan knitted girocollo

Il maxi cardigan resta sul podio dei capi più trendy delle mezze stagioni, ma c’è un’altra versione che invece rappresenta egregiamente lo stile retrò. Anzi, lo stile granny chic, per essere ancora più precisi. Ci riferiamo al cardigan knitted – sì, proprio come fatto a mano –  dalla vestibilità slim, girocollo, monocolore o con vivaci fantasie. Magari con bottoni dorati e taschino.

Da tenere abbottonato, appunto, o aperto per mostrare una camicia che a sua volta richiami i bei tempi andati. E il resto dell’outfit? Massima libertà!

Stile retrò
Credits: Getty Images

Il gilet in maglia

Ma se si parla di knitwear, bisogna tirare in ballo anche il gilet in maglia, che fa tanto anni Ottanta e Novanta. Ma anche Sessanta. Lungo fino ai fianchi o un po’ meno, ma che abbia lo scollo a V: quest’ultima caratteristica è imprescindibile.

A tinta unita? Va benissimo, nel segno del minimalismo. Però il gilet in maglia, come quelli di una volta, è a fantasia. Ironico, allegro. E anarchico, anche!  

Stile retrò
Credits: Getty Images

La camicia con colletto Peter Pan

A proposito di camicia: vietato sottovalutarla. E quando si tratta di stile retrò, l’elemento fondamentale diventa il colletto. Quello alla Peter Pan, ricamato o meno, è da considerare un must. Ma un’egregia alternativa è il colletto con fiocco. E se la camicia è ulteriormente arricchita da ruches, meglio ancora.

Capitolo colori: ben vengano le tonalità pastello e chiare, come quelle piuttosto scure. Non convincono le nuance molto accese. Il bianco ha comunque la precedenza.  

Stile retrò
Credits: Getty Images

La gonna a matita

No, non possiamo dimenticare la gonna a matita. Che, tra l’altro, è tornata sulla scena fashion con tutto il suo carisma. Accompagna le curve senza “costrizioni”, valorizza qualsiasi bodyshape. Chi ama lo stile retrò, punti sui modelli a vita alta.

E poi si diverta con il mix&match, perché questo grande classico rende possibili infiniti abbinamenti. Una sola raccomandazione: tacco alto!

Stile retrò
Credits: Getty Images

La gonna lunga a ruota

Presente all’appello anche la gonna lunga a ruota, che fa visualizzare dive del calibro di Audrey Hepburn e Grace Kelly. Romantica, raffinata e camaleontica: si rivela azzeccata per una cerimonia come per un “normale” outfit da giorno, tutto sta al modo in cui viene abbinata.

La fantasia non ha briglie, pensiamo soltanto alla gonna a ruota con camicia maschile e/o chiodo in pelle o ai modelli in chiffon indossati con semplici t-shirt. In tutti i casi, però, meglio optare per una gonna a tinta a unita.   

Stile retrò
Credits: Getty Images

I pantaloni capri

Grace Kelly e Audrey Hepburn. Ma anche Marilyn Monroe (che abbiamo appena visto rivivere nel film Blonde) e Brigitte Bardot: c’è un altro capo che queste magnifiche donne, nonché regine di stile, amavano tanto. Hai indovinato? Sì, i pantaloni capri.  Ovvero dal taglio a sigaretta, con vita alta e che lasciano la caviglia (abbondantemente) scoperta.

Indubbiamente, sono il top durante la bella stagione. Ma sono da provare anche quando la temperatura comincia a scendere, magari abbinati agli stivaletti o alla combo mocassini+calzini in vista.

Stile retrò
Credits: Getty Images

Le fantasie optical

Negli anni Sessanta e Settanta le stampe optical hanno fatto furore. Estrose, dinamiche, per certi versi ipnotiche. Ergo, chi ha un debole per lo stile retrò non può non custodire nell’armadio almeno un capo caratterizzato da queste particolari fantasie 3D.

Un mini o midi dress, una semplice t-shirt, una gonna: fai tu. E se è vero che l’accoppiata black&white è il non plus ultra, è anche vero che le alternative sono pressoché infinite. Scatenati!

Stile retrò
Credits: Getty Images

Il vestito a pois

Pois: una sola parola e vengono subito in mente le pin-up degli anni Cinquanta. E poi oltre, perché i pois attraversano il tempo – i secoli – senza smettere di essere una prolifica fonte d’ispirazione per l’universo moda. E senza perdere la loro grazia innata.

Danno il meglio quando si tratta di vestiti realizzati in tessuti leggeri, seta in primis. Ce l’hai già il tuo abito a pois?

Stile retrò
Credits: Getty Images

I pantaloni a zampa

… E naturalmente ci sono anche loro, i pantaloni a zampa. Il denim è la materia prima d’elezione, ma le alternative interessanti non mancano. Il velluto a costine, per esempio, o il gabardine. Oppure la pelle, per aggiungere un twist di grinta metropolitana.

Dalla mattina alla sera, i pantaloni a zampa si rivelano fedeli alleati: basta cambiare scarpa per ottenere effetti completamente diversi, hai notato?

Stile retrò
Credits: Getty Images
Riproduzione riservata